martedì 12 novembre 2013

Tifone HAIYAN (quasi) nella storia!!

Alcuni giorni fa ho dedicato un post ai tifoni che l'Oceano Pacifico sta sfornando in serie in questo 2013, segnando una stagione davvero record! È cronaca di oggi l'ennesimo tifone, ma non uno qualsiasi (poi vedremo il motivo): si tratta del tifone Haiyan che in queste ore si è abbattuto nelle Filippine (nel Pacifico occidentale e nella zona del Mar Cinese Meridionale i nomi delle tempeste non vengono assegnati in ordine alfabetico, come accade per gli uragani dell'Oceano Atlantico, ma sono scelti da un elenco fisso di 140 nomi: i nomi vengono suggeriti da 14 Paesi nella regione, tra cui Giappone, Cina, Laos, Stati Uniti e Filippine, ognuno rappresentato nel Typhoon Committee per la zona occidentale del Nord Pacifico ed il Mar Cinese Meridionale. La lista viene stilata dall'Agenzia meteorologica giapponese, includendo nomi di piante, luoghi, figure mitiche e gemme. Il primo nome della lista è Damrey, che per il gruppo etnico dei Khmer significa elefante, ed è il nome di un tifone che si è abbattuto in Cina nell'estate del 2012. Haiyan è il 44esimo nome dell'elenco). 
Ebbene, Haiyan è già stato definito uno tra i tifoni più potenti della storia portando nelle Filippine piogge torrenziali, venti distruttivi e mareggiate spaventose. Tra le zone colpite anche la città di Bohol, già fortemente colpita nel mese scorso da una forte scossa di terremoto di magnitudo 7.2 Richter. Ricordiamo che il tifone Haiyan è il 24° sistema tropicale a colpire le Filippine quest’anno (!) e a detti di molti ha rischiato di diventare ( per alcuni è diventato)  il più forte tifone o uragano della storia a generare landfall con tanto forza. Bisogna infatti ritornare al lontano 1969 quando l'uragano Camille colpì il Mississippi con venti a 305 km/h (http://en.wikipedia.org/wiki/Hurricane_Camille). Data la morfologia del territorio il tifone è riuscito ha generare ben 5 landfall durante la sua marcia: il primo a Guiuan, Est Smar alle 4.40 ora locale; il secondo a Dulag-Tolosa, Leyte, alle 7:00; il terzo a Daanbantayan, Cedu alle 9:40; il quarto a Bantayan Island, Cedu, alle 10:40 ed il quinto a Concepcion, Iloilo alle 12. Poco prima di generare il primo landfall il tifone ha raggiunto la sua potenza massima con venti a 315 km/h e raffiche sino a 380 km/h.  Per quanto riguarda le previsioni Haiyan manterrà la sua traiettoria verso ovest-nord-ovest incrementando la sua velocità nel corso delle prossime 48 ore, ma venendo declassato a a categoria 4 domani (è diretto verso il Vietnam). Tutte queste informazioni sono state tratte dai siti meteo http://www.3bmeteo.it e http://www.meteogiornale.it.
Davvero sconvolgente questo tifone, ma sconvolgente è anche la stagione record dei tifoni nell'Oceano Pacifico: è pur vero che nell'Oceano Atlantico, al contrario, si sta verificando una delle stagioni più sottotono dei cicloni che si ricordi, ma la facilità con cui si stanno formando quest'anno i tifoni nel Pacifico fa davvero pensare.

1 commento:

marco montagna ha detto...

A tal proposito al seguente link trovate tutte le verità sul super tifone che ha colpito le Filippine: http://www.3bmeteo.com/giornale-meteo/tifone-haiyan-yolanda-e-stato-il-piu--forte-della-storia--63689